miglior friggitrice ad aria

Miglior friggitrice ad aria – Classifica 2017

Nel web non è difficile acquistare una buona friggitrice ad aria economica, la sua particolarità è che non usa l’olio per friggere i cibi e che emula la classica frittura, però da un punto di vista alimentare ne elimina gli svantaggi, garantisce dei cibi che sono ottimi da un punto di vista del sapore, ma più sani da un punto di vista nutrizionale. Le friggitrici ad aria evitano tutti i problemi di salute legati a questi cibi fritti, che tendono a far sviluppare lipoproteine a bassa densità e quindi il cosiddetto “colesterolo cattivo”. Inoltre permettono di eliminare l’uso dell’olio, garantendo una cucina che sia sicuramente più sana. Questi elettrodomestici hanno avuto subito successo, perché comunque danno la possibilità di friggere con pochissimo olio, oppure anche senza, garantendo quindi che l’olio non bruci, creando dei pericoli per la salute.

Friggitrice ad aria: Come funziona

La miglior friggitrice ad aria è un elettrodomestico molto utile e all’avanguardia perché ha una serie di programmi automatici ed è molto versatile, visto che alcuni modelli hanno anche delle funzioni Grill, poi sono dotate di timer e quindi si spengono subito dopo la cottura prevenendo tutte le malattie cardiovascolari. La loro capacità di preservare la salute si verifica perché questi elettrodomestici sono in grado di cucinare senza l’uso di olio e quindi, i fritti  sicuramente si potranno mangiare in maniera più sana senza rischi per chi ha la tendenza ad accumulare colesterolo cattivo.

Migliori friggitrici ad aria

OffertaPiù venduti - Posizione n. 1
OffertaPiù venduti - Posizione n. 2
Più venduti - Posizione n. 3

Quale modello scegliere

Se avete deciso di comprare una friggitrici ad aria, dovete tener presente tutta una serie di aspetti che devono essere ben rispettati, in modo tale da poter selezionare il modello ideale per voi e che vi permetta di consumare poco e di essere versatile al massimo, per venire incontro a tutte le vostre abitudini in casa. Innanzitutto, dovete scegliere tenendo presente che la temperatura massima che deve raggiungere la friggitrice ad aria, deve essere di almeno 200 gradi. È anche importante tenere sotto controllo la capacità del cestello, perché non deve essere mai inferiore a un litro, in quanto altrimenti sarà davvero dispendioso fare più piatti, anche se per 2 persone.

Il risparmio, infatti su un’eventuale cestello più piccolo, potrebbe essere annullato completamente dalla necessità di dover ripetere la cottura più volte per raggiungere la porzione desiderata. Deve avere anche una temperatura che sia regolabile così, potete cucinare vari tipi di sane pietanze e lo potete fare in vari modi. Quindi, riuscire a scegliere tra i modelli che abbiano anche la possibilità di mantenere temperature più o meno alte, vi aiuterà sicuramente in cucina per cercare di mettere in moto la vostra fantasia e di creare i piatti un po’ variegati.

Inoltre, per essere efficaci devono avere tra le loro funzioni anche il preriscaldamento, infatti a 3 minuti dall’accensione dovrebbero essere già attive e questo è importante in quanto vi permetterà comunque di organizzare la vostra cottura in maniera precisa e senza lasciarsi guidare dal caso o dall’improvvisazione. Un altro elemento che dovete sempre tenere in considerazione, è di tener presente quella più adatta alle vostre esigenze e quella che abbia un timer perché è sicuramente molto comodo scegliere un elettrodomestico che, una volta finita la cottura, si spegne da solo senza farvi sprecare energia e soprattutto, garantendo il raggiungimento adatto della vostra cottura.

I consumi

Scegliere la miglior friggitrice ad aria, implica anche tenere sotto controllo quelli che sono i consumi, perché è chiaro che, anche un basso prezzo potrebbe essere annullato da un alto consumo energetico. Perciò, quando scegliete questo tipo di elettrodomestico tenete sempre presente quali sono i watt di potenza che utilizza e di solito, consumano tra i 1000 e i 2000 watt. Ricordate che con questi modelli annullano l’uso dell’olio e di conseguenza, riuscirete a friggere risparmiando già un bel po’ sul costo di base della materia prima.

La differenza di costi

La prima cosa da tener presente è il costo, però mettetelo sempre rapporto con le qualità e le funzioni che ha elettrodomestico proposto. Il costo di una friggitrice ad aria in genere parte da €100 fino arrivare a quelle invece più sofisticate che raggiungono anche cifre superiore ai €300. Le caratteristiche che devono essere necessariamente presi in considerazione è quella della temperatura massima che deve essere come già accennato di almeno 200 gradi in modo tale che i cibi verranno cotti in maniera positiva e in poco tempo mentre si deve anche considerare il preriscaldamento che è importante perché questi elettrodomestici devono essere pronti in pochi minuti per evitare consumi inutili.

È importante anche tener presente oltre alla capacità e la temperatura regolabile anche i materiali che devono essere positivi devono essere molto forti in modo tale che possa durare nel tempo dandogli dei risultati ottimali quando si parla di cottura dei cibi. Cercate di fare sempre riferimento a marchi famosi e soprattutto di cui di vi fidate perché altrimenti rischierete di andare incontro a delle brutte sorprese evitabili quando si parla soprattutto di prodotti utilizzati nell’ambito della vostra cucina giornaliera. Le dimensioni anche sono sempre da tenere sotto controllo così come le impostazioni perché un modello che si rispetti deve dare la possibilità di installare il tipo di programma che vi serve di procedere spediti in quello che dovete fare.

L’acquisto

Una volta tenute sotto controllo tutte le caratteristiche quindi potete proseguire spediti per questo tipo di elettrodomestico che sicuramente cambierà il vostro rapporto con i cicli fissi garantendo di una cucina più sana e soprattutto meno dispendiosa visto che non dovete comprare l’olio. L’investimento per una buona friggitrice ad aria di livello basso e anche di appena €100 ma ovviamente ci sono poi delle caratteristiche per questo tipo di elettrodomestico che fanno diventare un po’ il prezzo come la marca oppure il raggiungimento di una temperatura massima più elevata oltre a varie funzioni digitali aggiuntive che magari potrebbero aumentare un po’ il prezzo di almeno €50.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *